Raggi infrarossi lunghi: alleati naturali nel trattamento di diverse patologie

Raggi infrarossi lunghi: anti-ossidanti

Raggi infrarossi lunghi: anti-dolorifici

Raggi infrarossi lunghi: anti-infiammatori

I benefici dei raggi infrarossi lunghi, dall’inglese Far Infrared Rays (FIR) sono molteplici e noti da diversi decenni nella cultura orientale, dove hanno un vasto impiego.
Negli ultimi anni anche il mondo occidentale ha scoperto gli effetti positivi dei raggi infrarossi lunghi, grazie anche al supporto di numerose ricerche che attestano i loro benefici.
Gli effetti positivi dei raggi infrarossi lunghi sul nostro corpo sono numerosi e diversificati.

In questo articolo esaminiamo il ruolo dei raggi FIR come:

  • anti-ossidanti
  • anti-dolorifici
  • anti-infiammatori

Le continue reazioni bio-chimiche, che avvengono nel nostro corpo, producono fisiologicamente alcune sostanze particolarmente attive, i cosiddetti radicali liberi (ROS), che danneggiano le cellule agendo sulle membrane cellulari e sul DNA.
Recenti ricerche hanno evidenziato come trattamenti con raggi infrarossi lunghi (FIR) siano in grado di ridurre i livelli dei radicali liberi.

In particolar modo si è osservato che i raggi infrarossi lunghi:

  • riducono lo stress ossidativo dei ROS sui muscoli e favoriscono la ripresa muscolare dopo l’allenamento intensivo
  • favoriscono l’eliminazione dei radicali liberi prevenendo l’invecchiamento della pelle.

Considerati i risultati positivi, l’azione anti-ossidante dei raggi infrarossi lunghi(FIR) può essere usata nella prevenzione di altre patologie come il cancro, le malattie cardiovascolari e contro l’insorgenza di alcune forme di demenza senile.

I raggi infrarossi lunghi (FIR) sono inoltre impiegati nel trattamento di alcune patologie caratterizzate da una forte sintomatologia dolorosa, tale da condizionare le normali attività della vita quotidiana dei soggetti affetti.
E’ il caso della dismenorrea primaria e della sindrome miofasciale del collo.

I pazienti trattati con raggi infrarossi lunghi (FIR), generati da particolari fasce applicate localmente, hanno registrato un calo generalizzato della sintomatologia dolorosa. Gli effetti anti-dolorifici sono in parte dovuti alla vasodilatazione indotta dal calore dei raggi (FIR), che inoltre riducono la rigidità muscolare. In più l’azione localizzata dei raggi infrarossi lunghi innesca la produzione di particolari endorfine e la riduzione dell’ edema tissutale, esplicando di fatto un’ azione anti-infiammatoria.

Fonti: clicca qui per vedere gli studi scientifici

 

Raggi infrarossi lunghi: scegli il tuo prodotto Meglio in Salute
3666
3667
3672
3673
3674
3675
3676
3677